Janua


Dialogo sull'educazione Waldorf nella Libera Scuola Janua di Roma

  Davanti alla porta dell’ascensore un papà mi chiese: "So che lei è un’insegnante, mi spieghi: in che consiste la scuola steineriana Janua?" Avevo pochi secondi, eravamo al terzo piano di un edificio storico al centro di Roma. Iniziai a parlare. Lei sa che la situazione di chi è bambino nel XXI secolo non è sempre rosea. Disturbi di apprendimento, di relazione, insicurezze, apprensioni, ansie di prestazioni e disamore per la possibilità di studiare in modo produttivo con altri compagni, sono solo alcune delle difficoltà sempre più frequenti. A questo la scuola Janua risponde con estrema semplicità, ma con una qualità preziosa:   1)  Con l'arte, prima di tutto quella sociale e poi con tutte le altre messe a disposizione dell'alunno: arti plastiche (pittura, creta, lavorazione artigianale della lana e delle stoffe, lavorazione artistica del legno, della pietra) e musicali (canti, ritmi, lettura e scrittura musicale, studio del flauto, orchestra, ... [continua]

Incontro genitori Janua

Lunedì 7 aprile 2014 dalle 18,00 alle 19,30 il Collegio degli insegnanti e il Consiglio incontrano i genitori per aggiornamenti su diversi argomenti riguardanti la struttura, la forma giuridica, la parità scolastica e nuove iniziative. [continua]

Dialogo sull'educazione Waldorf nella Libera Scuola Janua di Roma

Dialogo sull'educazione Waldorf nella Libera Scuola Janua di Roma Un breve scritto sulla scuola, sull'educazione e sulla metodologia. [continua]

Lettera di inizio anno scolastico 2013-2014

Cari genitori degli allievi Janua e cari colleghi, dopo aver dato insieme avvio al nuovo anno scolastico, vorrei radunare alcuni pensieri condivisi che faranno da traccia per lo svolgimento di questo anno  di studi. Il maestro di prima classe nel raccontare a tutti, come da tradizione, la fiaba scritta per la sua classe  nel primo giorno di scuola, ci ha lasciato l'immagine della perseveranza del principe, più volte questa virtù è stata  pronunciata nella narrazione, tale virtù permise al giovane l'impresa di svelare la vera essenza del drago e di aiutarne la metamorfosi grazie all'aiuto dei bambini. La perseveranza non è solo tenacia, nè certo ostinazione, è una virtù mite e interiore, parte dall'ascolto di  sè, ma comprende la capacità di percepire nel sociale come realizzare la meta. Ogni maestro per realizzare le mete educative e didattiche  necessita perciò di quell'accordo tra individuo e individuo che fa della nostra scuola ... [continua]