La Repubblica: Crescere liberi si può

Su "La Repubblica" di oggi, 8 ottobre 2012.

Su Repubblica di oggi, 8 ottobre 2012.

 

Janua è un'Associazione culturale senza finalità di lucro, aconfessionale e apolitica, fondata da un gruppo di genitori, medici e di insegnanti formati alla peda-gogia di Rudolf Steiner. Operativa dal 1996, l'Associazione ha avviato tre scuole materne e, nel 2001, grazie anche alla volontà di educatori, genitori e sostenitori, una scuola elementare e media, che si trovano nella Scuola Quartararo della Magliana, e un nido familiare sempre nel XV Municipio. Obiettivo della Scuola, come lo stesso Steiner sosteneva "è quello di elaborare una pedagogia che insegni ad apprendere per tutta la vita dalla vita stessa". Il percorso pedagogico seguito alla Scuola, mira a sviluppare individualità libere, "proteggendo - sostiene la professoressa Manuela De Angelis, cofondatore dell'Associazione e coordinatore pedagogico - la forza creativa della prima infanzia e cercando di riconoscere, coltivare e portare a manifestazione le potenzialità di ciascun bambino". Il cammino formativo è svolto rispettando i tempi dell'evoluzione fisica e interiore dei ragazzi, gli insegnanti — formati grazie a un corso triennale, organizzato dalla stessa Associazione — hanno una profonda conoscenza dei processi di sviluppo che permette loro di accompagnarli con interventi pedagogici adeguati. L'Arte e, per le classi più avanzate, la scienza fenomenologica goethiana, sono i denominatori comuni del metodo; è data grande importanza, infatti, alla manualità e alla creatività. In orario pomeridiano, l'Associazione organizza laboratori artistici, come i corsi musicali (presente anche un'orchestra scolastica) e momenti di scambio e confronto con famiglie e insegnanti, gli incontri con il medico, le uscite botaniche, il gruppo di acquisto solidale (si coltiva, con gli alunni, persino un orto biodinamico!), concerti e tante altre iniziative. Inoltre, l'esperienza maturate nel tempo, ha permesso di attivare percorsi speciali per ragazzi con difficoltà d'apprendimento, attraverso l'arte, l'euritmia, la giocoleria, la musicoterapia e una didattica individualizzata. La Libera Scuola Janua si sostiene principalmente con il contributo versato dai genitori dei bambini, con alcune attività di autofinanziamento e con le donazioni di quanti credono nella Scuola. È ben accetto, quindi, l'aiuto degli "amici" che condividono l'entusiasmo dell'Associazione e ne vogliono sostenere la crescita.