Sul bambino piccolo ...

"Due sono le parole magiche che indicano in che modo il bambino entra in rapporto con l'ambiente. Esso sono: imitazione ed esempio.

Il filosofo greco Aristotele ha definito l'uomo il più imitatore degli animali. Non vi è età della vita alla quale questa definizione si adatti meglio dell'età precedente il cambiamento dei denti (6/7 anni). Quello che avviene nell'ambiente fisico il bambino lo imita, e mediante l'imitazione i suoi organi fisici si plasmano nelle forme che poi permarranno. L'ambiente fisico va considerato nel senso più ampio che si possa pensare di esso fa parte non soltanto quello che materialmente accade intorno al bambino, ma anche tutto quello che si svolge intorno a lui, che può venire percepito dai suoi sensi ed influire, dallo spazio esterno, sulle sue forme spirituali, comprese tutte le azioni morali o immorali, sensate o stolte che egli può vedere."

da: L'educazione del bambino dal punto di vista della Scienza dello Spirito di Rudolf  Steiner

 

Oggi più che mai nella storia, l'adulto è chiamato ad un impegno morale di educazione cosciente e consapevole verso il bambino piccolo, impegno che inevitabilmente deve accompagnarsi ad una educazione costante di sé. La protezione, la cura e la tutela della prima infanzia richiedono in questi tempi una profonda attenzione non solo alle implicazioni che gli eventi nei primi anni di vita hanno sulla biografia individuale, ma, e soprattutto, per l'importanza che essi assumono per lo sviluppo dell'umanità intera.

Attraverso l'educazione morale e culturale dei primi anni di vita si foggiano qualitativamente i singoli uomini di domani.

E perciò si influisce direttamente anche sull'orientamento futuro della nostra società.

 

Alcuni punti importanti

Il nido familiare si pone ad integrazione del percorso educativo-scolastico in essere nella Libera Scuola Janua, che ospita oggi 3 classi di materna ed un intero ciclo di classe dalla I alla VIII (elementari e medie). La possibilità di una continuità educativa è uno dei  principali indicatori da prendere in considerazione nella qualificazione di un servizio educativo.

La vita familiare, l'ambiente della casa e il gruppo di bambini di diverse età sono condizioni essenziali per favorire nel bambino uno sviluppo armonico e rispettoso dei tempi individuali. Attraverso l'osservazione e l'imitazione dell'altro il piccolo può conquistare facilmente e nella spontaneità, che lo caratterizza, le prime facoltà di autonomia e di relazione interpersonale.

Lo spazio concepito ed organizzato come una casa aiuta il bambino a ritrovare quelle ritualità e gesti che appartengono alla quotidianità, rappresentando per lui una rassicurazione e aiutandolo a sentirsi a proprio agio, vedendo rispettata la naturale semplicità e "sostanzialità" di questi anni.

La dimensione contenuta del gruppo bambini e del corpo insegnanti consente un lavoro relazionare con la famiglia molto partecipativo e dettagliato.

Le maestre si avvalgono della collaborazione di un medico.

La cucina  La cucina

La nostra cucina

I giochi

I nostri giochi