I Prodotti

Presso la libera scuola Janua, è possibile trovare diversi prodotti: giocattoli, libri e ... tanto altro ancora!
Venite a trovarci, vi aspettiamo.

 

Linea acquarello Janua

Linea acquarello janua 2010Articoli di cartoleria abbelliti da dipinti ad acquarello della maestra MAHSHID MOUSSAVI.

"Questi articoli rappresentano un primo tentativo di iniziativa commerciale che l'associazione Janua ha deciso di intraprendere nel continuo sforzo di individuare nuove forme di autofinanziamento.

L'approccio pedagogico steineriano si incentra sull'arte nelle sue molteplici manifestazioni.

L'arte è lo strumento supremo, attraverso il quale sperimentare e giungere ad una attenta ed autentica conoscenza della natura e del mondo, ad una capacità critica, ad una sana libertà di iniziativa.

Lo spirito che ha mosso questa avventura pioneristica è quindi proprio quello di dar vita ad un'iniziativa di natura economica, attraverso la quale conciliare esigenze concrete e spirito artistico.

GLI ARTICOLI SONO DISPONIBILI PRESSO:

  • LA SCUOLA via della magliana 296, tel 065515938 

E NEI SEGUENTI PUNTI VENDITA DELLA CITTA (ROMA)

  • Erboristeria STELLATUM Via Cardinal Marmaggi 23
  • Libreria TILOPA Via Fonteiana 61A
  • Erboristeria L'OFFICINATURALE Via della Reginella 3
  • Natura Sì di Roma in via dell'arcadia 71 e in via dell'oceano pacifico 251
  • Cartoleria ROCCAS via arenula 85
  • LIBRERIA DOVILIO P.za Bellini 12 - CALTAGIRONE
  • LIBRERIA MONDADORI V.le Principe Umberto, 104 - CALTAGIRONE
  • Libreira IL MINOTAURO Via di Monteverde 11
  • La Bottega Capo Horn in Via Domenico Purificato 199
  • La Chiave in Largo delle Stimmate 28

Se sei interessato a avere nel tuo negozio un piccolo espositore con questi prodotti chiama al numero 065515938

Equo e Solidale

Il commercio equo-solidale interviene creando canali commerciali alternativi (ma economicamente sostenibili) a quelli dominanti, al fine di offrire degli sbocchi commerciali a condizioni ritenute più sostenibili per coloro che producono.

I principali vincoli da osservare per entrare nel circuito del commercio equosolidale sono i seguenti:

  • divieto del lavoro minorile
  • impiego di materie prime rinnovabili
  • spese per la formazione/scuola
  • cooperazione tra produttori
  • sostegno alla propria comunità
  • creazione, laddove possibile, di un mercato interno dei beni prodotti

Giocattoli waldorf per bambini

Nelle scuole materne steineriane particolare attenzione è volta alla qualità del giocattolo: più essenziale è nella sua forma, più naturale è nei suoi materiali (legno, lana, seta, ...) maggiore è l'attivazione reale delle forze di fantasia e creatività del bambino. Un carretto da trascinare e riempire con pigne, conchiglie, pezzi di legno dalle forme naturali (e per questo diversissime ed esteticamente belle) stoffe con cui mascherarsi, una semplice tenda che, in un angolo dell'aula, facca da "casa" e dove può esserci una culla con una bambola di stoffa dentro, una bambola con i tratti del volto appena accennati ... questi giocattoli sono adatti ai bambini perché sono "aperti", incompiuti, suscettibili di mille funzioni ed espressioni, accessibili alle metamorfosi dell'immaginazione.

Gruppo di Acquisto Solidale: Modus vivendi di Roma

Gruppo di acquisto dei genitori della scuola steineriana "Janua" di Roma. Quando possibile si prega di prendere contatto via posta elettronica.

Per gli interessati ad aderire al "Modus vivendi" di Roma: si consiglia di contattare direttamente il G.A.S. utilizzando i vari recapiti indicati nel link seguente: Link al gruppo d'acquisto (per dettagli)

Libri e fiabe per bambini
Quale libro illustrato proporre al bambino? meno il segno è definito, meno le immagini sono "realistiche" (ottime le illustrazioni ad acquerello) e meglio è. La narrazione delle fiabe (soprattutto quelle che appartengono alle tradizioni dei popoli) è lo strumento formativo più importante a questa età: la fiaba non è un passatempo, non è un modo per far star fermi i bambini, ma è la via d'accesso più diretto al modo immaginativo tramite il quale il bambino pensa, con una serietà alla quale dovremmo tutto il nostro rispetto e la nostra adesione. La fiaba si muove per archetipi e in essa il coraggio e la paura, la sofferenza e la lotta, il bene e il male sono "esseri", sono concetti in carne ed ossa, appaiono all'anima del bambino in tutta la loro sostanza vivente: e, soprattutto, non hanno bisogno di spiegazioni! La semplice descrizione del re, della strega, dell'orco,d ella fata, del nano, del drago, del cavaliere e così via, è più che sufficiente perché essi si presentino agli occhi del bambino nella loro verità più profonda. L'immaginario dei bambini è, in questo senso, un fenomeno "scientificissimo" e reale.

Libri di pedagogia, di antroposofia, Omeopatia, Medicina Antroposofica, e pubblicazioni janua

« L'antroposofia è una via della conoscenza che vorrebbe condurre lo spirituale che è nell'uomo allo spirituale che è nell'universo. Sorge nell'uomo come una necessità del cuore, della vita del sentimento, e può essere pienamente giustificata se soddisfa questo bisogno interiore. »

(Rudolf Steiner, Anthroposophical Leading Thoughts. London: Rudolf Steiner Press, (1924) 1998)

Teatro Editoria Janua

Gli scrigni sono stati verniciati e decorati, così le maschere e le lanterne. Gli oggetti di scena prima ritrosamente accolti come lavoro da realizzare ora divengogno occasione di gioco e di gioia per una realizzazione tutta personale.

I ragazzi faticosamente cuciono il cappello e i colletti del loro personaggio e le ragazze si attardano nelle prove per il loro costume creato e individualizzato e ricercato anche con passeggiate a Porta Portese. Anche la scenografia va avanti con il contributo di una equipe di adulti, qualche ragazzo collabora con il colore o cucendo un occhiello alla tenda e intanto osserva, e percepisce che ogni azione, la più semplice, ha enormi implicanze e necessita di una gamma complessa di altre azioni compiute da altri uomini intorno a noi e a noi connessi.

E' difficile far trapelare l'incredibile esperienza di fare sul serio con ragazzi in un'epoca che chiede semplificazioni, facilitazioni, schemi e razionalizzazioni. Si tratta di  entrare nel colorato, intricato, mondo del teatro; significa scardinare e destrutturare, significa riappropriarsi di un tempo buono per far scendere i contenuti che lasciano un segno nella propria biografia.

Prodotti WELEDA

Rudolf Steiner (1861-1925) riteneva che le conoscenze mediche di Ita Wegman (1876-1943) fossero depositarie di una "concezione spirituale dell’essere umano". Questa fu la ragione della sua intensa collaborazione con questo medico d’origine olandese. La forza di Ita Wegman non risiedeva in un lavoro teorico, ma nella sua capacità d’azione., Ita Wegman aprì ad Arlesheim, nel cantone di Basilea, nel 1921 il primo "Istituto clinico-terapeutico".

Nel vicino comune di Dornach, Steiner aveva fondato la "Libera Università della Scienza dello Spirito". Lo stesso Steiner partecipava regolarmente alle consultazioni mediche della clinica. Le sue domande concernenti l’anamnesi e le sue idee sui medicinali e sui procedimenti terapeutici apriranno a Ita Wegman e ai suoi collaboratori nuove prospettive. I primi rimedi furono prodotti in un laboratorio farmaceutico e costituiranno l’assortimento di base dei medicinali WELEDA.